Jernej Kruder 9a in falesia e 8C boulder in soli due giorni

In soli due giorni il climber sloveno ha salito una via d’arrampicata di 9a ed un boulder di 8C

Published in News | climbing |
09 mar 2017
by Planet Mountain
Tag: climbing
Jernej Kruder 9a in falesia e 8C boulder in soli due giorni

Jernej Kruder, climber sloveno, era balzato alle cronache nell’ottobre 2016 per aver salito Es Pontas, la famosa via di Deep Water Solo liberata nel 2006 da Chris Sharma sull'isola di Maiorca in Spagna.

Adesso il 26enne si è superato salendo - da sottolineare in soli due giorni - una via di 9a ed un boulder di 8C. Per quanto riguarda la via, si tratta di Bi herri, borokka bat 9a alla falesia Cova del ocell in Spagna, dove poche ore prima Kruder era caduto dagli ultimi movimenti di Catalan witness the fitness, il boulder di 8C liberato da Chris Sharma nel 2016.

Carico del successo con la corda, lo sloveno è tornato il giorno successivo con i crashapd e, come lui stesso racconta, "In qualche maniera ho trovato l’aggressività sufficiente per tirare fuori tutta l’energia che avevo per chiudere questo boulder di 22 movimenti. E’ stato incredibile! Salire una via da 9a e un boulder da 8C in soli due giorni è semplicemente bellissimo!"

Oltre al 9a in falesia, all' 8C boulder e all’impegno fisico e psicologico della Deep Water Solo più difficile al mondo bisogna ricordare che in passato Kruder ha anche esplorato il regno delle vie lunghe. Nel 2015 per esempio, insieme a Gregor Vezonik, ha effettuato la prima ripetizione di Hattori Hanzō, 8b+, sulla parete nord del Titlis a Engelberg in Svizzera. Va poi rilevato che, non a caso, Kruder è un'atleta delle competizioni e il suo miglior risultato è l'argento al Campionato del Mondo Boulder nel 2014 e la vittoria del Rock Master Boulder nel 2014. Anche Kruder quindi è sicuramente un climber polivalente… che sia questa la cifra del presente/prossimo futuro?


Planetmountain.com. Foto: Greg Mionske

 

TOP