Jernej Kruder

Sono nato nel dicembre 1990 e ho iniziato ad arrampicare in Slovenia nel 1997. Ho tre sorelle. Anche le due più giovani arrampicano. I miei hobby sono paracadutismo, snowboarding e motociclismo.

Fino al 2004 ho vinto le gare nazionali nella mia categoria e poi sono diventato membro della squadra giovanile slovena. Ho anche cominciato ad arrampicare su roccia. Nello stesso anno ho fatto la mia prima via di 8a. Ho scoperto di essere un arrampicatore veramente dinamico quando sono arrivato secondo al Campionato Mondiale Giovanile di velocità. Un anno più tardi ho anche vinto una Coppa Europa Giovanile in Bulgaria, sempre per la velocità.

Nel 2007 con degli amici ho iniziato a sviluppare una falesia vicino alla mia città. Ho fatto la prima Rotpunkt di quasi tutte le vie fino all’8b+ Fb. La falesia si chiama “Golobove pečine”. Nella stessa zona ho chiodato alcune vie e fatto la via più difficile qui. È valutata 8c, sono stato il primo a farla. Ci sono ancora parecchie vie e boulder non ancora risolti.

Siccome ero molto bravo nelle gare nazionali e Coppa Europa Giovanile, sono stato invitato a far parte della squadra slovena di bouldering. Ero già diventato forte anche su roccia, facendo il mio primo boulder di 8a+ in Maltatal in Austria.

Nel 2009 ho avuto molti successi nell’arrampicata su roccia: ho fatto il mio primo 8c (Iluzija a Kotečnik) e il mio primo 8b boulder (Ramadan a Ožbalt)... e per la prima volta sono diventato Campione Sloveno. Da quel momento ho vinto il titolo quattro volte di seguito.

La Coppa del Mondo di Vail nel 2010 è stata un punto di svolta. Con una grande prestazione ho raggiunto per la prima volta la finale. Poi ho avuto sfortuna e sono finito 4°.

Un’altra svolta importante è stata la mia prima via di 8c+. Sono stato il primo a farla e non è stata ancora ripetuta.

La vittoria del CWIF (Climbing Works International Festival) a Sheffield era un’ulteriore prova che potevo battere i migliori arrampicatori al mondo. Lo stesso anno sono riuscito a ripetere due volte il 4° posto di Vail, la prima volta alla Coppa del Mondo di Vienna e più tardi al Campionato Europeo a Innsbruck. Ho anche fatto a vista la mia via più difficile, Onda Anomala, 8b a Skedenj.

Rogla è un’altra zona che ho iniziato a sviluppare nel 2012. Finora ho fatto parecchie prime salite, e sono assai orgoglioso di molti boulder “highballs” che ho fatto qui, la maggior parte non ancora ripetuti. Mi piacciono veramente cose del genere. A Golobove pečine and Kotečnik ho salito senza corda alcune vie di 8a e oltre, negli anni passati.

In un anno (2012) ho salito trentasette boulder con difficoltà 8a o più (alcuni di questi a Rogla). Nello stesso anno ho fatto la 4° salita di uno dei boulder più duri al mondo. A Capodanno, durante il viaggio a Cresciano, Svizzera, ho ripetuto The story of two worlds, valutato 8c.

E dopo ho di nuovo raggiunto la finale in Coppa del Mondo a Kitzbühel.

Quest’estate sono andato nella mecca dell’arrampicata, Rocklands in Sudafrica e ho completato molti boulder veramente duri, come la quarta salita di Air star 8b Fb.

E sono salito per la prima volta sul gradino più alto del podio all’Adidas Rock Stars 2013.


TOP