Matteo Giglio

La fortuna e la libertà di scegliere.

Sono nato e vissuto in montagna, nel cuore delle Alpi, in Valle d'Aosta. Ho da sempre respirato aria di montagna in famiglia, ereditando una grande passione di miei genitori (papà guida alpina e mamma guida escursionistica/naturalistica). I miei primi vent'anni di vita sono stati dedicati principalmente all'agonismo (sci nordico e mountain bike), successivamente la mia attività si è orientata verso l'alpinismo e l'arrampicata. Il fatto di essere diventato guida alpina e poco dopo istruttore nazionale delle guide alpine è la logica conclusione di un iter formativo completo. Ora frequento abitualmente la montagna in tutte le stagioni, cercando di mantenere intatta la passione iniziale, sia come amatore sia come professionista.
Sicuramente nel corso degli anni ho avuto la grande fortuna di poter scegliere cosa fare, come e con chi... e non è poco!


Highlights
Alpinismo
  • Salita in cordata delle mitiche pareti nord delle Alpi: Eiger, Cervino, Grandes Jorasses, Grand Pilier d'Angle, Droites, Grands Charmoz, Pizzo Badile, Cima Grande di Lavaredo...
  • Supercouloir du Tacul integrale (fino in vetta al Mont Blanc du Tacul) in 8 ore andata/ritorno da Chamonix, con Arnaud Clavel.

Arrampicata

  • Apertura di numerosi e difficili itinerari multi-pitch (sportivi e trad) in Valle d'Aosta, Valle dell'Orco, Sardegna e Sicilia.

Ghiaccio

  • Autore della più completa guida delle cascate di ghiaccio della Valle d'Aosta "Effimeri barbagli", con più di 700 cascate descritte.
Social
TOP