Saul Padua

Ciao Saul, piacere di conoscerti. Presentati
Ciao, sono Saul, 23 anni, sono colombiano e mi piace la corsa in montagna.

Sei molto forte sia nelle Skyrace che nel km verticale, cosa preferisci e perché?
 Mi piacciono entrambi, ogni gara è speciale per me, mi piace correre sulle montagne salire e scendere, ho iniziato in verticale e alcune brevi corse poi con più resistenza che ho fatto più cielo correndo gare.

Quante volte ti alleni a settimana?
Mi alleno tutti i giorni della settimana, a volte mi alleno due volte al giorno, a volte faccio ritmo lento mentre delle altre mi alleno con ritmi veloci e poco recupero.

Hai una dieta specifica?
Cerco di mangiare sempre cibi naturali: verdura e frutta, buona proteine e carboidrati, nelle giuste dosi. Inoltre uso alcuni integratori come vitamine, minerali e bevande, forniti da uno dei miei sponsor.

Tuo padre era un troppo skyrunner di gran classe. Chi è più forte tra te e lui?
Difficile da dire! Parliamo di due epoche diverse, i rapporti con gli sponsor erano diversi e tutto il resto. Posso dire che di sicuro lui ce l’ha messa tutta e non ha mai fallito come padre, lavoratore, atleta e successivamente mio coach. Io ho avuto la fortuna di poter imparare dal suo bagaglio di esperienze.
Mio padre mi ha sempre aiutato, se sono più forte di lui, è grazie al suo supporto.

Qual è la tua gara preferita? E quello ti piacerebbe vincere?
Ci sono molte gare molto importanti, ma vorrei vincere, Sierre Zinal, o un campionato del mondo.

Come può una persona correre un chilometro in verticale in soli 34 minuti e 04 secondi?
Con dedizione, buona allenamento e amore per la corsa sulle montagne!

Cibo spazzatura preferito?
Gelato alla crema e cioccolato.

Come recuperi di solito dopo una gara?
Di solito grazie al nuoto in piscina, è utile per rilassarmi e utilizzare muscoli che di solito non utilizzo, l’acqua fredda fa bene al corpo e alla mente!

Quali sono i tuoi hobby quando non è in esecuzione?
Mi piace fare sport ovviamente, a volte nuoto o andare in bicicletta. Anche fare corsette e passeggiate con gli amici, chiacchierando, proseguendo lenti e fermandosi a scattare una foto ogni tanto.

Quali caratteristiche devono avere le scarpe ideali per lo skyrunning?
Le scarpe devono essere leggere, comode, adeguate per correre molto forte in discesa, in particolare sulle rocce; Devono garantire un buon grip su terreni sia asciutti che bagnati.

Skyrunning descritto in 3 parole
Montagna, percorsi tecnici.

Prossimo obiettivo
Migliorare, sotto tutti i punti di vista; essere una persona migliore e atleta migliore!


Video
TOP