Una Pierra Menta da ricordare per il Team SCARPA®!

Robert Antonioli continua una stagione da favola e dopo il titolo di Campione Europeo ottenuto sull’Etna vince anche la 33esima edizione della Pierra Menta.

Published in News | ski |
20 mar 2018
by Scarpa
Tag: skirace scialpinismo ski mountaineering
Una Pierra Menta da ricordare per il Team SCARPA®!

Sul gradino più alto anche un’eccezionale Katia Tomatis, con “la vittoria più bella” della sua vita. Giorgia Felicetti e Giulia Murada conquistano la Pierra Juniores. 

È una Pierra Menta che noi di SCARPA® e il pubblico delle pelli di foca abbiamo guardato con il fiato sospeso, questa 33esima edizione, e che si è conclusa con dei risultati eccellenti per due nostri atleti del team skimo: il valtellinese Robert Antonioli ha guadagnato, in coppia con Michele Boscacci, il primo posto con un tempo totale di 09:57:54, così come la cuneese Katia Tomatis, salita sul primo gradino del podio femminile insieme alla compagna francese Axelle Mollaret, con un tempo di 12:11:04.

A completare il podio maschile, i francesi Xavier Gachet al secondo posto e Didier Blanc al terzo mentre tra le donne la spagnola Marta Garcia Farres conquista il terzo gradino del podio.

  

Vincere una Pierra Menta era un grande desiderio per entrambi i nostri atleti: dopo un crociato rotto in passato, Robert ha dato tutto in questa edizione, complice una stagione estremamente positiva, e nell’ultima tappa ha recuperato minuti preziosi fino a guadagnare il primo posto, in una gara (e uno sport) che non risparmia gli infortuni e le soprese.
«La vittoria più bella della mia vita» la definisce Katia Tomatis, classe 1981. È sempre stato il suo sogno vincere “la gara delle delle gare”, con quattro lunghe tappe in cui la sintonia con Axelle e la concentrazione sono state chiave per accumulare vantaggio in maniera progressiva.
Chissà che altre sorprese e soddisfazioni possiamo aspettarci in SCARPA® nel prosieguo di stagione, per il momento si festeggia: grandissimi Robert e Katia, sempre più in alto!

  



 

 

  



 

Foto: Maurizio Torri

 

 

TOP