Il Campione è pronto a dare battaglia sulle nevi francesi

Robert Antonioli, azzurro dello scialpinismo e atleta SCARPA, dopo i tre ori ai Campionati Italiani è pronto per la prima tappa di Coppa del Mondo.
Robert Antonioli, ai recenti Campionati Italiani di scialpinismo disputati a Ponte di Legno, ha vinto tutto quello che si poteva vincere, tre titoli italiani in palio e tre titoli italiani conquistati.
Sulle nevi lombarde, l’atleta del Centro Sportivo Esercito ha vinto il titolo italiano nella Sprint Race, nella Staffetta e nella Vertical Race.
«Sinceramente non mi aspettavo di fare un fine settimana così “tricolore” - ha detto ridendo Antonioli - sapevo di avere una buona condizione, ma fino a quando non ti metti in gioco non puoi essere sicuro al 100% delle tue sensazioni, soprattutto perché gareggi con alcuni dei migliori scialpinisti al mondo. Le tre medaglie mi hanno dato la giusta convinzione di aver iniziato la stagione nei migliori dei modi, ora spero di correre bene anche le due gare di Coppa del Mondo a Aussois».



«Lo stato di forma, in questo inizio stagione, è molto buono, ho lavorato bene in questi ultimi mesi, anche se a causa di un piccolo incidente alla mano, non sono riuscito ad allenarmi come avrei voluto, soprattutto sono mancate le sessioni con gli skiroll. In ogni caso questa è la partenza per arrivare al top della forma quando la stagione entrerà nel vivo. Gli obiettivi della stagione saranno cercare di vincere ancora qualche coppa di cristallo. Vedremo con il passare delle gare di quale dimensione potranno essere, se quella Overall come lo scorso anno o quelle di specialità. Inoltre non dimentichiamo che ci sono appuntamenti importanti anche nel circuito de La Grande Course come l’Adamello Ski Raid, il Tour du Rutor e la Patrouille des Glaciers». Tra qualche settimana in Svizzera ci saranno i Giochi Olimpici Giovanili, finalmente si sente parlare dei Cinque Cerchi anche per lo scialpinismo.

​​​​​​​

«Sono veramente contento che l’Italia e i nostri Cadetti a Villars-sur-Ollon possano gareggiare per una medaglia, lo scialpinismo si sta ritagliando degli spazi sempre più importanti e questi Giochi, anche se riservati ai giovani, sono il primo passo per entrare nel programma Olimpico. Speriamo che con Milano-Cortina 2026 il nostro sport possa finalmente assegnare le medaglie Olimpiche».
Tornando alle prove francesi, venerdì mattina si correrà la prova Individual Race, mentre sabato gli atleti saranno impegnati nella Sprint Race.
L’Individual Race, la partenza sarà data alle ore 10, a causa delle pessime condizioni meteo previste si svilupperà tra le piste da sci del comprensorio di Aussois. I Senior dovranno affrontare 4 salite con due tratti a piedi per un dislivello totale di 1790 metri.


Credits: Riccardo Selvatico & Maurizio Torri