Guide trek in Etiopia

Corso di formazione organizzato da Mountain Wilderness

Il giorno 7 marzo 2015 con la consegna degli attestati di frequenza al corso si è concluso il “ENVIRONMENT FRIENDLY TRAINING COURSE FOR TREKKING GUIDES” organizzato  e realizzato da Mountain Wilderness con il finanziamento della Cooperazione Italiana in Etiopia; con il contributo dell’Ing. Silvio Rizzotti del Gheralta lodge che ha fornito l’ospitalità degli allievi e degli istruttori e tutto il supporto logistico; con il contributo di Luigi Cantamessa che ha fornito la disponibilità del materiale per i campi e la relativa gestione nel montaggio e smontaggio; con la sponsorizzazione del Calzaturificio SCARPA.

Il corso, ideato da Carlo Alberto Pinelli presidente di Mountain Wilderness Italia, gestito sul terreno come istruttori da Elisabetta Galli, Joan Summer, Renato Moro e Giorgio Mallucci anche con funzioni di coordinamento. Il corso ha visto la partecipazione di 18 allievi.

Il livello degli allievi è stato elevato dal punto di vista culturale mentre si è dovuto intervenire sulle modalità di accompagnamento in sicurezza dalle nozioni base. Il risultato finale è stato decisamente soddisfacente in quanto gli allievi hanno risposto positivamente all’impegno degli istruttori, recependo compiutamente le nozioni e le tecniche somministrate nel corso delle lezioni teoriche e pratiche.
Gli esami finali hanno evidenziato quanto sopra.

Qui di seguito descrizione dettagliata del programma effettuato giornalmente
Giorni  24, 25, 26: preparazione. Esplorazione delle potenzialità dei luoghi: scelta delle località per i campi, delle strutture rocciose adatte alle esercitazioni, verifica delle pericolosità di percorso per alcune delle chiese rupestri-
Giorno 27: Inizio corso. Joan Summer; Lezioni teoriche (compiti e ruolo delle guide di trekking, ecologia e bio-diversità, capacità di interfacciarsi con i clienti stranieri. Etica professionale).  Lezione  geologia - Consegna agli allievi dei materiali (Scarpe)
Giorno 28  mattina: Renato Moro; Lezione sull’igiene, cibo e usi alimentari dei clienti, modalità di rapporto. Pomeriggio: prima lezione di Luigi Cantamessa su storia del Tigrai, religione e arte
Giorno 1 marzo:  Consegna temporanea materiali arrampicata e restituzione- Giorgio Mallucci; Lezione teorica nodi e assicurazione -  Lezione pratica su brevi elevazioni rocciose nei pressi del Lodge. Elementi di base relativi alla progressione e alla sicurezza in ambienti montani. Spiegazione dell’uso dei materiali tecnici. Pomeriggio. Seconda lezione  di Cantamessa su arte sacra rupestre.
Giorno 2 marzo: Mattino:  Elisabetta Galli; Lezione teorico/pratica sul pronto soccorso (CPR incluso). Pomeriggio: costruzione di barelle con corda e modalità di primo intervento con mezzi di fortuna
Giorno 3 marzo: Spostamento verso i primi risalti del massiccio di Gheralta. Lezione pratica di arrampicata su roccia, assicurazione dei clienti e auto-assicurazione, uso di corde e chiodi, costruzione di soste. Sera: rientro al Lodge.
Giorno 4 marzo: Visita al mercato per il planning dei viveri da scegliere in vista di un trekking di circa tre / quattro giorni. Spostamento di tutto il corso al campo, analisi della disposizione del campo e discussione con gli allievi in relazione alle loro osservazioni
Giorno 5 marzo: Divisi in due gruppi percorso di difficoltà medio alta per raggiungere la chiesa rupestre di Marian Qorqor. Verifica degli allievi sul comportamento con i clienti sui passaggi impegnativi, Attrezzatura volante e fissa dei tratti difficili e potenzialmente pericolosi. Verifica degli allievi sulle capacità espositive sui dipinti della chiesa rupestre.
Giorno 6 marzo. Percorsi ad anello con allievi in funzione di guide con approfondimento delle nozioni somministrate, valutazione degli allievi sull’accompagnamento. Rientro al campo. Pomeriggio: esame individuale su nodi, sicure e pronto soccorso con valutazione individuale
Giorno 7 marzo: Rientro al lodge ed esami teorici sulla gestione di un trekking, con relazione sulle eventuali diverse tipologie di briefing da effettuare nel corso della giornata. A seguire Cerimonia di chiusura del corso, consegna dei diplomi da parte del rappresentante della Cooperazione Italiana in Etiopia.